Comunione ai malati

Nella nostra parrocchia, Santissima Annunziata e Cristo Re, abbiamo l’immenso di dono di contare con due comunità di religiose, loro svolgono un ministero di grande importanza, portano Gesù Eucaristia ai nostri malati. Lo fanno ogni 15 giorni.
Le persone che hanno bisogno di ricevere la Santa Eucaristia e che non possono recarsi in Chiesa sia perché malati, anziani o con qualche altro grave impedimento, sono pregate di contattare il parroco che provvederà affinché la presenza viva di Gesù possa arrivare a ogni persona della nostra comunità.

Ministri straordinari della Comunione

Il servizio di distribuire la Sacra Eucaristia in collaborazione con il sacerdote è da considerare un “Ministero Straordinario”, quindi suppletivo e integrativo degli altri ministeri istituiti, richiama il significato di un servizio liturgico intimamente connesso con la carità e destinato soprattutto ai malati e alle assemblee numerose.
Nella nostra Parrocchia Il servizio di distribuzione e’ stato organizzato secondo il
dettato della Sacra Congregazione per la disciplina dei Sacramenti con l’Istruzione «Immensaecaritatis»
del 29 gennaio1973, cha ha dato facoltà agli Ordinari del luogo di scegliere, qualora lo ritengano opportuno, persone idonee come Ministri Straordinari della Comunione.

Nella nostra comunità usufruiamo della collaborazione di due Persone di provata integrità morale che si sono preparate mediante un percorso istituito dal Vescovo ed aiutano i sacerdoti come Ministri Straordinari della Comunione. Inoltre abbiamo anche la grazia di avvalerci di due religiose che distribuiscono ogni quindici giorni la comunione ai malati e alle persone veramente impedite nel recarsi alla partecipazione della Santa Messa domenicale.

Sacramento della Riconciliazione

È possibile ricevere il sacramento della Riconciliazione ogni volta che se ne ha bisogno, per contattare il parroco consultare la pagina contatti.
In questo anno pastorale 2014-2015 abbiamo scelto di servirci dell’aiuto di un sacerdote salesiano che ci visita ogni fine settimana, quindi chi lo desidera può accedere al sacramento della riconciliazione anche durante la celebrazione dell’Eucaristia del sabato pomeriggio o della domenica.