don filippo

Carissimi,
sono ormai otto mesi che mi trovo in mezzo a voi. Sono felice di essere qui, come dicevano i nostri vecchi ”Casa sea non mena guerra”. È bello sentirsi a casa.
Dopo questo periodo di osservazione ed ascolto è ora di cominciare a fare qualche cosa per il bene della comunità. Mi sono accorto che da quando ero bambino e ragazzo io, anche a Montorio sono cambiate molte cose. C’è un buon gruppo di catechisti, una Caritas che funziona, un buon gruppo di giovani, un bel coro, l’oratorio, ma se ci contiamo vediamo che tanti sono quelli rimasti “fuori”. Anche a loro deve essere indirizzato il mio ministero ed ogni mio sforzo. Compito del Pastore è andare alla ricerca della pecorella smarrita (Lc 15, 4-7). Il mio sarebbe, però, un compito gravoso ed impari se non potessi contare su quelle persone che con slancio di fede e con passione si danno da fare per il Regno di Dio. Tutti siamo chiamati a far lievitare il Regno del Signore. San Paolo ci ricorda che la Chiesa, noi quindi, è un corpo e noi in quanto membra siamo chiamati ad un compito, ognuno secondo la sua vocazione e sensibilità (Rm.12,3-21).
Compito del Sacerdote è governare, guidare, con l’autorità di Cristo, non con la propria, la porzione del Popolo che Dio gli ha affidato. Un’autorità così intesa, che abbia come unico scopo servire il vero bene delle persone ed essere trasparenza dell’unico Sommo Bene che è Dio, non solo non è estranea agli uomini, ma, al contrario, è un prezioso aiuto nel cammino verso la piena realizzazione in Cristo, verso la salvezza. Sarebbe un compio impari, come potete immaginare, se fossi solo a doverlo portare avanti. Allora vengo a chiedere la vostra preziosa collaborazione per l’evangelizzazione di questa nostra amata comunità.
C’è bisogno di persone di buona volontà che si impegnino per l’annuncio e collaborino attivamente all’oratorio, alla pulizia e decoro degli ambienti (chiesa oratorio) e tanti altri modi per partecipare, anche nelle cose umili, all’edificazione del Regno
Il motivo di questa lettera è chiedere anche la vostra collaborazione negli organismi parrocchiali, CONSIGLIO DEGLI AFFARI ECONOMICI PARROCCHIALE e CONSIGLIO PASTORALE PARROCCHIALE per condividere con me quest’ansia pastorale.
Conto sulla vostra preziosa collaborazione.
Un caro saluto ed una benedizione
Don Filippo