Feste patronali e tradizioni paesane

Diverse sono le feste patronali che si celebrano tradizionalmente nel nostro paese. Qui saranno descritte succintamente in ordine cronologico.

17 Gennaio, Sant’Antonio Abate
Protettore del lavoro agricolo, Sant’Antonio si celebra ogni anno il 17 gennaio o la domenica seguente. Tradizioni: la domenica precedente si porta in processione l’immagine del santo dalla chiesetta di Sant’Antonio alla chiesa parrocchiale per essere riportata la domenica seguente sempre in processione; Durante la messa della domenica mattina si benedice il pane di Sant’Antonio che i “festaroli” offrono alla popolazione e dopo la messa si benedice il bestiame, i mezzi agricoli e gli animale domestici. In questi ultimi anni abbiamo cominciato a benedire i terreni agricoli dei festaroli con l’intenzione di riscattare il significato originario di questa antica devozione.


1-3 Maggio, Santa Croce
Ogni anno il 1° Maggio, all’imbrunire, si raduna la popolazione intorno alla chiesetta di Monte Calvario, adiacente al paese per portare l’immagine del Cristo Crocifisso in processione alla Chiesa parrocchiale, lo portano i ragazzi che compiono 18 anni. L’immagine del Cristo rimane esposta alle preghiere e devozioni della popolazione sino alla mattina del 3 maggio in cui gli stessi giovani la riporteranno al monte sulle loro spalle. Sulla cima del monte si conclude la festa con la celebrazione della Santa Eucaristia. Questa è senza dubbio la festa religiosa più “sentita” dai montoriani.


15 Agosto. Assunzione della B. Vergine Maria
A ferragosto il paese si viste di festa per celebrare l’Assunzione al Cielo della Beata Vergine Maria. Dopo la messa della sera si realizza una piccola processione con l’immagine della Madonna per alcune strade del paese.


6 Novembre, San Leonardo di Noblat
Patrono della nostra comunità, ogni anno il santo è venerato dalla popolazione con affetto e devozione. Il 6 Novembre in mattinata si celebra una messa nella piccola chiesetta di San Leonardo, durante la celebrazione si realizza la benedizione della popolazione con le reliquie dei santi.


XXXIV Domenica T. O., Cristo Re
La nostra parrocchia è affidata alla sua protezione. Al finire l’anno liturgico ogni istituzione operante nel nostro paese è invitata a offrire il proprio operato al nostro Signore e Re, chiedendo nel contempo la sua clemente benedizione.


4 Dicembre. Santa Barbara
Una leggenda, radicata nei secoli, racconta che Santa Barbara e’ stata decapitata in una zona situata tra i comuni di Scandriglia e Montorio Romano oggi appartenente al Comune di Montorio Romano. Nel luogo del martirio e’ stata costruita una chiesetta rurale al centro della quale e’ nata spontaneamente una sorgente di acqua, secondo la tradizione considerata miracolosa. La chiesa e’ frequentata con grande devozione dalla popolazione di Montorio e Scandriglia.
Il 4 novembre a Montorio si celebra la festa della Santa che insieme a San Leonardo e’ la “Patrona” del paese.